Lucia Imperatore

Cos’è la psicoterapia

La psicoterapia è una forma di trattamento per i problemi di tipo psicologico, che possono essere caratterizzati da sintomi (ansia, depressione, attacchi di panico, difficoltà nel sonno o nell’alimentazione), da problemi relazionali, di coppia o familiari e da tutte le situazioni di disagio che minano la serenità e la funzionalità di un individuo nella sua vita personale, sociale e professionale.

La psicoterapia è un percorso di crescita e di cura, basato essenzialmente sulla relazione tra paziente e terapeuta. Attraverso il colloquio con il terapeuta, il paziente viene aiutato a verbalizzare sensazioni, sentimenti e pensieri, che resi più chiari, aumentano la consapevolezza di se stessi, del nostro rapporto con gli altri e con la vita. Il paziente viene quindi aiutato a formarsi una visione di sè più ricca e più adatta ad affrontare la vita quotidiana.

Lo psicoterapeuta è uno psicologo o un medico che dopo essersi laureato consegue un’ulteriore specializzazione in psicoterapia, secondo il modello teorico (cognitivo -comportamentale, sistemico – relazionale, fenomenologico esistenziale, umanistico, psicoanalitico, gestaltico, ecc.) che ritiene più adatto a sé e al proprio modo di intendere l’essere umano e la cura.

La psicoterapia consiste essenzialmente in una serie di sedute (un’ora, una o due volte a settimana), in cui le difficoltà della persona vengono affrontate lavorando insieme sugli aspetti della propria vita che non funzionano, con particolare attenzione ai vissuti, alle sensazioni, ai pensieri e alle fantasie del paziente, nonché alle sue relazioni, alla sua storia e al suo contesto di vita. Il lavoro si basa essenzialmente sul colloquio clinico e sull’utilizzo di una serie di tecniche che aiutano il paziente a risolvere le sue difficoltà.

I colloqui non avvengono sul lettino (solo il modello psicoanalitico lo utilizza), ma vis à vis: psicologo e paziente sono seduti uno di fronte all’altro su due poltrone, per favorire la nascita di una relazione di rispetto e di fiducia che aiuta la persona a superare le sue difficoltà.

Quanto può durare una psicoterapia?

La durata della psicoterapia varia secondo una serie di fattori: può limitarsi a poche sedute se il paziente desidera solo liberarsi da un sintomo che gli crea disagio o risolvere un problema contingente, o durare diversi mesi o anni, se l’obiettivo è quello di modificare e migliorare le proprie relazioni e il proprio modo di essere. Sarà il paziente, con l’aiuto del terapeuta a scegliere fin dove spingersi e sarà libero in qualsiasi momento di interrompere la terapia.

Normalmente il trattamento prevede due fasi. Nella prima parte, che dura dalle 5 alle 10 sedute, avviene un primo inquadramento del problema, al termine del quale lo Psicoterapeuta restituisce al paziente una prima idea del suo disagio e della sua personalità. In quel momento inizia la Psicoterapia vera e propria, che può avere una durata variabile secondo la gravità del problema e gli obiettivi che il paziente vuole raggiungere.

Quanto costa una psicoterapia?

Il compenso per ogni seduta di psicoterapia, della durata di circa 50 minuti sono stabiliti dall’Ordine degli Psicologi. Mediamente la mia tariffa per una seduta si aggira intorno ai 50 euro.